AL BALLO DELLA VITA

Grazie
per quei pochi minuti
che mi hai regalato ieri…
Se non me li avessi
dedicati,
avrei passato
un altro giorno d’inferno,
dannazione!

Certo,
ora tu credi che ne sono
soddisfatto…
ma ti assicuro che quella
goccia d’acqua,
nell’infinito deserto
della mia disperazione,
mi ha solo illuso
di avere spento
l’immensa sete d’amore…
Ti voglio ancora
più di prima…

Tanto è vero
che la mia mente, frugando
nei ricordi del passato,
sta vivendo un miraggio:
ti vedo vestita di nulla,
ti muovi e vaneggi
di gioia… ed io,
attraverso l’abat-jour a luce blu,
rivivo e rivedo
i nostri corpi ondeggiare
sulle pareti
color bianco sale.

Ti illumini e mi illumino…
ti chiamo e rispondi…
È fuoco d’amore che,
col tempo e la lontananza,
tendi, ostinatamente,
di ridurre in cenere…

Pur di non vedere,
sui nostri volti in agonia,
le rughe che mostrano
la sofferenza, vorrei riaccendere
i nostri sorrisi
che in passato
ci han tenuti uniti…

E come ho scritto
 in un recente passato:
“AMARE È COME CADERE
E NON POTERSI ALZARE”…
io,  per il bene che ti voglio
e l’amore che desidero darti,
voglio amare, amare, amare
e sempre di più amarti!

Permettimelo, visto
che anche tu piangi dentro
come una bambina
che ha smarrito il suo unico
giocattolo…
L’amore è fonte divina…
e per esso si nasce,
si vive e si muore
anche se non la si invita…
al ballo della vita!

 

 

Area download dei brani

Cerca nel sito...