STITICHEZZA

Quanne m’assett’
‘ncopp’ ’o trone,
ì’ ma arraccumanne a Dio
p’ ‘a stet’chezza mia.

Me leggo ‘o giornale
e divento
chiu bruttarello
che mai.
M’ sforz’ che forza,
nu vo proprio scì’

 

Area download dei brani

Cerca nel sito...