‘O CONDUCENTO

‘O munno è fatto a parapalle…
chi scènne e chi saglie!

È còmm’o treno, l’autobus,
ca quanne arrive ‘a fermata
a scènne pe’ forza
pecchè addà sàglì l’ata gente
e ‘o bagaglio
rummane a desposizione
de chi s’assetta ‘o posto tuje
ancora cucente.

‘O conducento? se chiamme Dio!
sta scetate e cummanna.

Isso nun parla mai, fa ‘o muòrto
ma ascolta tutte ‘e chiacchiere
ca decimme nuje
pecchè, chillo vicchiarièllo,
buono e Santo,
alleggerisce perzìno chi accide,
fa ‘o mariuolo, ‘a puttana
arrapata ‘e denaro.

 

Area download dei brani

Cerca nel sito...