ZÀRA - Va via (cane)

 

Ji
stév'acculazzât
sóp’a la l’ttéra
e tu mm sì mm’nût
a ng’m'ndà.

Ji
t’àjh ditt zàra,
e ttu,
dòpp nu pôch,
t sì mm’nût
a cculucuà.

Ch ccaz jè?
Accóm’è gròss
stu côs,
Pasquà ?!

 

Io
stavo accovacciato sul retro
sulla lettiera
e tu sei venuta
a stuzzicarmi.

Io
ti ho detto va via*
e tu,
dopo un poco,
ti sei venuto
a coricare.

Che diamine è,
come è grosso
sto coso,
Pasquale?!

 

* - Qui l'espressione è usata impropriamente, col fine di valorizzare il modo di parlar intimo, come quando lo si dice, pur senza cattiveria,  più propriamente verso un cane.

 

Area download dei brani

Cerca nel sito...