TR’MÈND - TREMENTO

Tr’mènd’
è mmòrt dujh vôt:

Na vóta a la Ggérmanja
e na vóta all'Àustrja,
p'cché, u carr
ca lu purtava a l’Itàlja,
ch la curva stretta
e u paracarr
c’é mmuccât
e lu tavût
c' ne jjût ndó canalôn
com nu sacch’ttôn.

Mugghjéra, figghjh,
jènn'r, nóra e nn’pût
c' n sò ccòrt
quann jè rr’vât
nda la casa.
Luuànn lu cuperchjh
Tr'mènd stéva a la supina
ma sop
a lu fjàngh d’ritt,
côm s stéss durmènn.

Quédd ca jjéva succês
l’à rraccundât lu ccjaffèrr.

Tremento
è morto due volte:

Una volta in Germania
e un'altra in Austria,
perché il carro (funebre)
che lo portava in Italia,
per la curva stretta
e il paracarro
si è capovolto
e la bara
è finita  nel canalone
come un sacchettone.

Moglie, figli,
genero, nuora e nipoti
se ne sono accorti
quando è giunto
in casa.
Togliendo il coperchio
Tremento stava in modo supino
ma su
il fianco destro,
come se stesse dormendo.

Ciò che era successo
lo raccontò lo "schauffeur".

 

Area download dei brani

Cerca nel sito...