CRA’ - DOMANI

Crà,

la curnacchia dic crà.

 

P’scrà:

La zappétta nn mm va.

 

P’scrìdd,

m l’ha dditt Muccjuquìdd

ca vvuléva i laurìdd.

 

P’scròzz,

jè nu vùcch’l u cannaròzz.

 

P’scràzz,

tu, uagliò, a fa' nd'ó mazz.

 

“P’scruzz”,

chi fat’ja nn fa u struzz,

c vêv pûr l’acqua d puzz.

Domani,

la cornacchia dice domani.

 

Dopodomani:

La zappa non mi va.

 

Terzo giorno,

me l’ha detto Morsetto

che voleva i  crescioni.

 

Quarto giorno,

È un inghiottitoio il gargarozzo.

 

Quinto giorno,

tu, ragazzo devi lavorare sodo.

 

Sesto giorno,

chi lavora non fa lo struzzo,

si beve pure l’acqua del pozzo.

 

Area download dei brani

Cerca nel sito...